Home » Condimenti: preferire le spezie al sale

Condimenti: preferire le spezie al sale

Oggigiorno, in tempi come questi nei quali, molto spesso, gli individui sono falcidiati dalla crisi economica e da tutte le sue conseguenze: infatti, specialmente nel parlare comune, si sente spesso dire che il cibo sia una delle poche cose ancora in grado di fornire piacere e soddisfazione. Un discorso, questo, che in un paese come l’Italia, che può vantare una tradizione culinaria non indifferente, votata ad alimenti e ricette di vario tipo e genere, assume un peso specifico assolutamente notevole.

SpezieIn molti amano mangiare, e spesso anche cucinare, in un binomio che, in molte occasioni, diventa praticamente perfetto. C’è chi è fortemente legato alle tradizioni dei piatti tipici, mantenendone ed in alcuni casi addirittura diffondendone gli aspetti caratteristici, e c’è chi invece, stanco dei soliti sapori, si getta verso tutta una serie di sperimentazioni di cucine esotiche e piatti nuovi, recandosi sovente presso locali e ristoranti stranieri.

Che si sia dei tradizionalisti o persino degli integralisti nei confronti della propria cucina, oppure che si sia dotati di curiosità e voglia di sperimentare cose nuove, uno degli errori più comuni di chi mangia e di chi cucina, è senz’altro il sale.

Di per sé, il sale non rappresenta una grave minaccia. Anzi, molte volte viene utilizzato per aggiungere un tocco in più ai sapori di una pietanza, che altrimenti rischia di restare insipida. Tuttavia, col passare degli anni, l’utilizzo del sale è diventato sempre più frequente ed esagerato, in certi casi persino eccessivo, tanto da rischiare di essere fra le cause scatenanti, nella maggior parte delle volte, dei problemi relativi alla ritenzione idrica, o di altri disturbi fisici.

Un abuso di sale è certamente dannoso per la nostra salute, ma qual è la soluzione, se si desidera eliminarlo o comunque sostituirlo con qualche condimento simile, e senza tuttavia rinunciare al buon sapore del proprio cibo? La risposta, in realtà, è piuttosto semplice, e consiste nell’utilizzo di spezie.

Le spezie sono sfruttatissime in molte culture ed in svariate cucine esotiche, come per esempio quella marocchina, a differenza di quella italiana che invece è più dedita al sale oltre che ad erbe ed aromi come l’alloro, il rosmarino, il basilico, la salvia, il prezzemolo ed altri ancora. Molti chef famosi, inoltre, sono concordi nel dire che il sale va a coprire il sapore dei cibi, a differenze delle spezie che, invece, lo esaltano.

Sale o spezieMa quali spezie si possono utilizzare al posto del sale, per dare sapore ai propri piatti? Di seguito, proveremo ad elencarvene alcune. Una delle principali spezie utilizzate nel Belpaese, è senz’altro il pepe. Esistono numerose varietà di tale spezia, come il pepe nero, dal sapore e dall’odore più forte ed intenso, o il pepe bianco, dagli aromi più variegati ed eleganti, passando poi per il pepe verde, pungente ed acerbo, al pepe rosa, decisamente più delicato. Anche il peperoncino, naturalmente con le dovute dosi (essendo particolarmente piccante), può essere, talvolta, una buona alternativa al sale.

Citando nuovamente la cucina marocchina, il pensiero non può che volare verso il curry, spezia usatissima presso numerose culture (come quella marocchina, appunto), e che ai giorni nostri sta ricevendo sempre più apprezzamento, tanto da essere anche fra le spezie più vendute in assoluto nei supermercati. Particolarmente saporito, profumato ed intenso, e dall’inconfondibile colore che ricorda la sabbia del deserto, il curry, che per la verità si ottiene miscelando e macinando diversi tipi di spezie, contiene numerose proprietà curative ed antiossidanti, e sovente viene utilizzato, ad esempio, per insaporire il pollo.

Altro ingrediente che può essere sovente utilizzato al posto del sale, è senza dubbio la noce moscata. Con il suo sapore molto forte intenso, ed il suo retrogusto vagamente dolciastro, la noce moscata, nella tradizione culinaria nostrana, viene utilizzata sovente per la preparazione di alcuni piatti delicati, come la besciamella, e racchiude tutta una serie di proprietà curative: è infatti un ottimo digestivo, ed è particolarmente indicata contro problemi di diarrea, di nausea e di vomito.

Elementi ed alimenti, quelli indicati, che dimostrano come sia possibile, ancora oggi ed in un mondo sempre più moderno ed occidentalizzato, nutrirsi in maniera sana senza inficiare il sapore dei nostri piatti e senza eccedere con il sale.